Come scegliere i riduttori per motori elettrici migliori

Valentina Bosi
Scritto da
Valentina Bosi

Anni e anni di esperienza nel campo della riduzione di potenza ci hanno insegnato che la buona riuscita di un progetto dipende dall’analisi delle variabili in gioco fatta in fase preliminare. Conoscere tutti i dettagli dell’automazione e del relativo campo di applicazione è fondamentale per individuare il motoriduttore migliore.

In questo post elenchiamo proprio le informazioni basilari per scegliere i riduttori per motori elettrici.

Caratteristiche del settore e del ciclo di lavoro

Iniziamo con gli aspetti più tecnici del TUO settore. È così! Per quanto esperti di motoriduttori la vera differenza la fanno le conoscenze specifiche del contesto in cui motore e riduttore devono essere applicati.

Oltre al settore industriale di destinazione, per noi assumono rilevanza basilare anche le caratteristiche del ciclo di lavoro.

Temperatura e caratteristiche ambientali

Contestuale all’analisi del settore e del ciclo di lavoro è anche lo studio delle caratteristiche ambientali in cui il macchinario o dispositivo deve operare.

In questo caso diventa fondamentale sapere se l’automazione opera in ambiente esterno (per valutare eventuali componenti specifiche quali ad esempio motori brushless o albero e carcassa in acciaio inox) o capire la temperatura (o anche l’escursione termica) che caratterizza l’ambiente (in modo da definire anche l’utilità di altri elementi quali guarnizioni o lubrificazione adatta),

Tipo di alimentazione e di motore

Altra informazione cruciale riguarda il tipo di alimentazione della macchina. Questo serve a definire la tipologia di motore da usare. A batteria, quindi a corrente continua? A corrente alternata?

DI conseguenza si potrà entrare ancora più nello specifico scegliendo un motore a 12 o 24V in caso di corrente continua, oppure un motore monofase o trifase per quella alternata.

Tipo di movimentazione

Che tipo di movimento dovrà eseguire la macchina per svolgere la funzione per cui è stata progettata? Traslazione? Rotazione? Sollevamento? In questo caso la valutazione riguarderà invece il riduttore di giri.

Se ad esempio è prevista una movimentazione lineare (o traslazione) si può valutare l’applicazione di un martinetto o di un attuatore lineare. Sé invece fosse richiesto un sollevamento ecco che risulterebbero opportune funzioni aggiuntive quali l’irreversibilità del moto (utile per evitare che il dispositivo precipiti a motore fermo).

Tipo di connessione tra macchina e motoriduttore

Così come importante è sapere in che modo il motoriduttore si connette al macchinario. In questo caso le alternative sono 3:

  • Può essere prevista una connessione diretta, nel cui caso l’albero cavo del riduttore è applicato direttamente all’albero motore
  • Connessione con interposizione di un raccordo (giunto elastico)
  • Connessione con ulteriore trasmissione finale a catena o ingranaggio.

Come scegliere i riduttori per motori elettrici

Quelle elencate fino ad ora sono le caratteristiche principali da valutare nella scelta del motore, riduttore o motoriduttore più adatto al tuo progetto, ma non le uniche!

Esistono infatti altri dettagli tecnici che un esperto ha bisogno di conoscere per poter realizzare il prodotto migliore per le tue esigenze.

Per conoscere tutti (e dico tutti) i parametri da considerare nella configurazione del motoriduttore, puoi consultare la nostra guida gratuita con checklist in formato pdf. Scaricala!

scarica la guida gratuita alla configurazione


Valentina Bosi

Scritto da Valentina Bosi

Da sempre nel Marketing, cresciuta in Transtecno, con Transtecno. Ogni cliente conosce Valentina, che cura e rappresenta l’azienda meglio di chiunque altro.
Marketing Dept.

È stato interessante? Lasciaci un commento

ARTICOLI CORRELATI

Stai sviluppando un nuovo progetto di automazione industriale? Hai già una macchina in funzione e vorresti migliorarne le performance?

In tutti questi casi la scelta di motori elettrici e riduttori industriali può...

2 MINUTI DI LETTURA

Nel campo delle automazioni o della robotizzazione industriale le dimensioni contano tanto quanto le prestazioni. Dispositivi, brevetti e prototipi di ultima generazione sono spesso progettati in modo da ottimizzare ingombri e...

2 MINUTI DI LETTURA

Il rapporto di riduzione è uno dei fattori più importanti da esaminare nella scelta di un motoriduttore o di una soluzione motore più riduttore da applicare ad un progetto di automazione.

Riuscire a calcolarlo significa...

3 MINUTI DI LETTURA